LOTUS DRIVER


Forum Lotus Elise Exige Evora Esprit Elan Elite Eclat 2-Eleven 340R - Bentornato Ospite

GIRO DEL LAGO DI GARDA e 1° CONCORSO D'ELEGANZA LOTUS 10 APRILE 2016: CLICCA QUI!
Vuoi vedere la tua Lotus in home page? CLICCA QUI!
Novità: Portale Online - Galleria immagini - Calendario Eventi attivo!!!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Nuovo composito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Nuovo composito il Mar 21 Mag 2013, 4:26 pm

X111


Moderator
Moderator
Un nuovo kevlar promette di rivoluzionare il mondo dell'auto: costa 10 volte meno della CFRP
Far salire un elefante sulla carrozzeria dell’automobile senza correre il rischio di romperla, calpestare un computer senza spezzarlo o appendere un TIR ad un filo: è quanto promette un nuovo materiale di proprietà simile al kevlar, all’acciaio o alle fibre di carbonio, ma molto più resistente, leggero ed economico, realizzato con una metodologia nanotecnologica molecolare innovativa. Si tratta di un procedimento applicato al polistirene, un polimero dello stirene, comunemente conosciuto come polistirolo e utilizzato ad esempio per i cucchiaini da caffè, per l'imballaggio e l'isolamento termico.

La realizzazione di questo nuovo processo, e la sua applicazione a un materiale polimerico, è stata fatta da un team interdisciplinare dell’Università di Milano–Bicocca, coordinato dal Professor Piero Sozzani, ordinario di Chimica Industriale presso il Dipartimento di Scienza dei Materiali, e dell’Università di Kyoto, coordinato dal Professor Susumu Kitagawa, del Dipartimento di Synthetic Chemistry and Biological Chemistry, Graduate School of Engineering. A oggi il metodo comunemente utilizzato prevede di stirare le fibre del materiale polimerico per allinearle e allungarle, un po’ come se si filasse la lana: un procedimento reversibile e non sempre perfetto. Il nuovo metodo molecolare e nanotecnologico scoperto dalle due università prevede, invece, l’allineamento dei polimeri contestualmente al momento della loro creazione, in modo da rendere “strutturale” l’allineamento stesso. Le catena polimeriche sono tenute in registro da pinze molecolari, ovvero delle minuscole mollette che consentono alla struttura ordinata di rimanere stabile nel tempo.

Il materiale realizzato, ovvero polistirene atattico ottenuto sorprendentemente in forma cristallina mediante reticolazione, presenta un’elevata resistenza meccanica proprio grazie alla sua struttura: l’allineamento stabile delle catene polimeriche permette di sopportare il carico di 6-8 tonnellate per cm2, contro 1.5 tonnellate per cm2 dei compositi in fibre di carbonio. Inoltre, rispetto alle fibre di carbonio o al più comune kevlar, ha un costo inferiore di almeno dieci volte per chilogrammo. "Al momento abbiamo certificato la possibilità di realizzare un materiale innovativo agendo direttamente sulla catena di polimeri nel momento della sua formazione, modificando e allineandone la struttura in maniera permanente, e stiamo pensando a depositare il brevetto", afferma il professor Piero Sozzani. "Con questa scoperta diventa finalmente possibile applicare un materiale più leggero, più resistente e più economico a differenti ambiti industriali: dall’automotive all’industria navale, passando per l’high tech e l’aerospaziale". Il nuovo materiale può infatti trovare impiego in tutto ciò che è “veicolo”, come la realizzazione di scafi per le navi, di carrozzerie per le automobili, di pale per gli elicotteri, oltre che nelle strutture portanti dei computer.

2 Re: Nuovo composito il Mar 21 Mag 2013, 4:43 pm

polluce


Champion
Champion
molto ...mollllto interessante!!! Cool

ci aggiorniamo tra 10-15 anni quando qualcuno rileverà il brevetto e lo metterà nel circuito consumer Very Happy

comunque non c'è niente da fare, noi italiani siamo cialtroni si...ma taaaanto geniali ;-)

3 Re: Nuovo composito il Mar 21 Mag 2013, 9:22 pm

paolo111s


Outstanding
Outstanding
Sistema derivante dallo studio delle nanomolecole polimeriche.
Finalmente un risultato concreto.
Purtroppo prima di andare in produzione passeranno davvero 10-15 anni.
Pensa che ne avevo sentito parlare ormai 4 anni fa all'ultima mia comparsa in università.
E la sperimentazione e la messa a punto non sono ancora finiti.

comunque non c'è niente da fare, noi italiani siamo cialtroni si...ma taaaanto geniali
ma c'è anche un Giapponese.
Meno male che i crucchi li abbiamo lasciati a litigare con il nostro spred, altrimenti si prendevano anche questo merito

4 Re: Nuovo composito il Mar 21 Mag 2013, 10:41 pm

Lotus70


Admin
Admin
Per una volta noi Italiani non arriviamo sempre ultimi, è un grande risultato se pensiamo che queste università praticamente lavorano senza fondi.

Fortuna che ogni tanto arriva qualche bella notizia, perché per il resto gira un pessimismo assurdo, e questo governo pensa ancora a come possono governare eliminando la concorrenza.

E noi intanto continuiamo a morire.

http://www.lotus-driver.it

5 Re: Nuovo composito Oggi a 1:09 pm

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum